I souls-like e i rogue-like sono due sottogeneri che, con merito, hanno iniziato a ritagliarsi uno spazio sempre più importante all’interno del panorama videoludico.
Il nucleo e punto comune tra i due è semplice: la morte. La morte come colonna portante, sia nella trama che nel gameplay, un’occasione per mettere alla prova le propria abilità ponendoci obiettivi ben precisi (come non perdere un prezioso bottino, nel caso dei soul-like) o per mettere in discussione il proprio approccio e sistema di gioco (ridisegnando il parco abilità e cambiando le armi a disposizione, caso dei rogue-like).

Senza perderci troppo in chiacchiere andiamo ad esaminare 5 titoli che dovrebbero essere presenti nella libreria di ogni appassionato del genere, e dei videogiochi in generale:

1. SEKIRO: SHADOWS DIE TWICE

Sekiro: Shadows Die Twice, souls-like ambientato in Giappone durante il periodo Sengoku (fine XVI secolo), segue le gesta di uno shinobi, il Lupo, nel suo tentativo di salvare il giovane signore a cui ha giurato fedeltà.

Armati di Katana e con a supporto una serie di oggetti protesici per dare vitalità al gameplay, saremo incanalati in un percorso che metterà duramente alla prova la nostra abilità. Sekiro è un gioco difficile, molto difficile. Solo padroneggiando i vari stili di combattimento del Lupo riusciremo a tener testa ad un’avventura che promette una sfida di primo livello dai combattimenti a ritmo serrato. I boss, presenti in gran numero e perfettamente caratterizzati sia dal lato artistico che da quello del gameplay, ci affronteranno mostrando stili di combattimento imprevedibili e letali, rendendo ogni sfida memorabile e ad alto tasso di adrenalina. Nondimeno importante sarà calarci nei panni del perfetto Shinobi, studiando dai tetti i percorsi migliori e sorprendendo dall’alto i nemici, scelte obbligate per proseguire nel percorso disegnato per noi dall’ottimo Hidetaka Miyazaki (Dark Souls) che ha fornito all’opera un comparto artistico di primo livello perfettamente all’altezza del suo gameplay.

Non per niente Sekiro: Shadows Die Twice, acquistabile su Humble Bundle, è il GOTY 2019.

2. DEAD CELLS


Il Prigioniero, umanoide detenuto nella cella di un castello per un crimine di cui non si sa granchè, è il protagonista di Dead Cells: rogue-like metroidvania a scorrimento orizzontale 2D, sviluppato nel 2018 da Motion Twin.

Gioco dalla struttura non-lineare, la morte non è la fine di una run ma il fulcro stesso dell’esperienza. Il fallimento rappresenta una costante mai fine a se stessa in quanto occasione di potenziamento e diversificazione dell’arsenale e/o del percorso.
Si inizia da una cella che, data la struttura ciclica del titolo, diverrà presto molto familiare. Una melma verde che prende possesso del corpo di un malcapitato Prigioniero, da qui avrà inizio un percorso di morte e devastazione cui unica fine è la fuga dal castello-prigione.
Nel corso delle run potremo costruire un ampio arsenale di armi e trappole, utile a donare grande varietà al gameplay, con cui affrontare i numerosi e ostici avversari che il titolo ci metterà davanti. Sconfiggendo i boss acquisiremo nuove abilità, le quali ci daranno accesso a percorsi alternativi inaccessibili nelle prime aree di gioco, utili a tenere sempre alta l’attenzione e stimolante l’esperienza di gioco. I livelli, generati proceduralmente, subiranno una rimodulazione nella loro struttura in seguito ad ogni nostro fallimento, mantenendo le varie sfide (tra cui quelle a cronometro) sempre affascinanti.

Dead Cells, acquistabile su Humble Bundle, è un gioco che conquista alla prima run, sarà facile rimanere intrappolati a nostra volta nel castello nel ciclico tentativo di conquistarsi una via di fuga.

3. HOLLOW KNIGHT


Hollow Knight è un metroidvania souls-like nato nel 2017 da Team Cherry e finanziato per buona parte su Kickstarter. Perfetta fusione tra i generi la loro forte influenza si palesa sin dai primi minuti di gioco.

L’avventura ci metterà nei panni del Cavaliere, creatura insettoide di cui non si conosce il nome. Dotato unicamente di una spada, Aculeo, che può essere usata sia per combattere che per interagire con la moltitudine di aree che visiteremo nel corso del gioco, ci troveremo a vagare nei labirintici percorsi di Nidosacro perseguendo un misterioso obiettivo ben celato dalla narrativa silenziosa egregiamente incapsulata nell’opera e velata tra gli affascinanti dettagli delle aree di gioco o nei dialoghi coi peculiari abitanti del territorio.

Nidosacro, caratterizzato da un complesso e labirintico level design artisticamente molto coinvolgente, sarà palcoscenico della nostra avventura in susseguirsi di coinvolgenti, e difficili, combattimenti in cui lo studio dei (molti) nemici e boss sarà fondamentale. Nel corso del gioco acquisiremo Geo, moneta necessaria ad acquistare oggetti e potenziamenti, la quale ci sarà sottratta ad ogni morte ma che potrà essere riconquistata sconfiggendo la nostra ombra, pena la perdita definitiva del bottino. Le molteplici e artisticamente coinvolgenti aree di gioco sono predisposte ad un intelligente sistema di backtracking utile a far luce sui tesori e sui dettagli riguardanti l’affascinante trama dell’opera di cui ci basti sapere che una strana "malattia" ha infettato gli abitanti di Nidosacro e per contenerla essa fu sigillata attraverso un sacrificio vitale che sta a noi decidere se continuare a contenerlo o spezzarlo.

Dotato di un gameplay semplice ma accattivante è doveroso girovagare tra i labirintici percorsi di Nidosacro almeno una volta, lasciandosi ammaliare dai meravigliosi scenari che lo caratterizzano in netta contrapposizione con l’alto tasso di sfida a cui il titolo ci sottopone.

Hollow Knight è acquistabile su Humble Bundle.

4. HADES


In
Hades vestiamo i panni di Zagreus, figlio di Ade e principe dell’oltretomba, il cui obiettivo è quello di fuggire dal regno dei morti e raggiungere i fasti del Monte Olimpo, sede degli Dei. Zagreus stufo della monotona e sedentaria vita nelle sgargianti dimore reali decide di tentare la fugaH in barba al parere del padre Ade, decisamente contrario alle ambizioni del figlio.

Tra una run e l’altra prenderemo familiarità con i personaggi che caratterizzano la mitologia ellenica, attraverso linee di dialogo spesso pungenti che ci guideranno attraverso i rapporti personali, non sempre ottimali, tra le divinità e i vari attori del mito greco. Hades infatti, a differenza di altri rogue-like, pone fortemente l’accento sulla trama e sulla caratterizzazione dei suoi comprimari. Non poche volte noteremo come le nostre run influenzeranno le nostre conversazioni, ricche di aneddoti e curiosità, con gli abitanti dell’oltretomba, ben rappresentati dagli artwork che li caratterizzano.
Attraverso il favore degli Dei saremo in grado di ottenere poteri che ci permetteranno di ridisegnare le nostri armi e abilità, facendo si che ogni run sia unica a partire dai percorsi scelti, generati proceduralmente, che fortemente influenzeranno le abilità a nostra disposizione e di conseguenza il gameplay, sempre cangiante dipendentemente dalle varie divinità che si schiereranno con noi durante il cammino. Non solo gli Dei saranno un aiuto nella nostra avventura, anche altri protagonisti dell’opera saranno generosi nei nostri confronti se sapremo porci nel migliore dei modi nei loro confronti.

Titolo artisticamente d’alto livello,è un piacere vagare per l’Oltretomba ammaliati dalle ben disegnate arene che scorgeremo dall’alto della nostra visuale isometrica.
Armati di joypad (fortemente consigliato per godersi al meglio il titolo) è arrivato il momento di scendere nel regno dei morti per godersi uno dei GOTY 2020, acquistabile su Steam.

5. DARK SOULS III

Come potrebbe mancare Dark Souls in una guida souls-like.
La saga debutta nel 2011 per mano di FromSoftware, Dark Souls è ad oggi un classico che trova la sua consacrazione Dark Souls III. Da considerarsi a tutti gli effetti un classico del panorama videoludico, Dark Souls diviene ben presto capostipite di un genere, quello dei souls-like.

Gioco difficile, da affrontare con un approccio strategico e non d’impeto come se fosse un hack n’ slash. Il titolo si contraddistingue per un gameplay al tempo stesso dinamico e tattico, ogni avversario richiede studio di abilità e punti deboli, così da poterlo affrontare scegliendo la miglior strategia possibile evitando di perdere il prezioso bottino, monete e PE utili al livellamento ben variegato del nostro personaggio, accumulato durante il percorso.

Dark Souls andrebbe giocato per la sua narrativa silenziosa, celata in ogni dettaglio e che ben si presta a varie forme di interpretazione per chi vuole farsi travolgere dagli sbalorditivi scenari ideati dall’ancora ottimo Miyazaki. Un gioco intriso da un’atmosfera gotica affascinante, misteriosa e complessa che andrebbe respirata almeno una volta da ogni videogiocatore.

Dark Souls, acquistabile su Instant Gaming e Humble Bundle, ci metterà di fronte a svariate morti, un po’ di frustrazione e forse qualche euro in meno nel portafoglio per comprare un nuovo joystick ma al contempo ci darà tanta soddisfazione nello sconfiggere quel boss infame.

Categoria: Software

Sottocategoria: Windows