Il CES (Consumer Electronic Show) 2021 sta come ogni proponendo idee interessanti per quanto riguarda l’elettronica di consumo, passando anche per il nostro amato PC GAMING. Vediamo cosa hanno presentato i brand principali, ma prima una chicca dal brand più RGB della terra, Razer.

RAZER PROJECT HAZEL

La salute diventa RGB.

In un mondo ormai dominato dalle mascherine a causa del malware umano (Crediti nomignolo: GamersNexus), Razer propone la sua. Il brand padre di Chroma propone una maschera riutilizzabile con filtri N95 sostituibili, ventilazione attiva e addirittura un microfono e casse per amplificare la propria voce. E non dimentichiamoci dell’illuminazione per visualizzare meglio la propria bocca in caso di buio, il tutto trasportabile in un cofanetto che ricarica la maschera in maniera wireless, oltre a sterilizzarla con raggi UV.

E ovviamente gli RGB. Perché limitarsi alla cameretta o stanza da gaming, quando possiamo essere RGB in tutto il mondo, proteggendoci al tempo stesso?

Dalla regia chiedono se la mascherina sia sincronizzabile con il proprio PC, per essere il gamer più luminoso e swag di una sala LAN del 2021.

Razer Project Hazel. In realtà anche piuttosto intelligente (“Smart”), al probabile costo di un banale rene monocromatico!

Passiamo gli annunci più seri ora. 

INTEL - 11900K, NUOVE CPU MOBILE, ALDER LAKE

La casa blu quest’anno rimane leggera, spostando l’attenzione verso il mondo mobile. Però hanno comunque smosso l’attenzione globale, con un primo sguardo all’11900k, nuova cpu ammiraglia dell’11° generazione di processori basata su Cypress Cove. Le nuove CPU promettono +19% sulle prestazioni IPC precedenti, +50% sulla famiglia Comet Lake per la potenza di calcolo e una migliore performance generale sugli applicativi IA.

Il nuovo i9 farà un passo indietro sui core, tornando ad essere un 8/16. Tuttavia porta con sé 5.3 GHz in Turbo Velocity Boost e 4.8 GHz in Turbo Boost, 20 linee PCIe 4.0 e supporto nativo a ram DDR4 3200 MHz. Sarà anche retrocompatibile con i chipset 400 (Z490 è il target consigliato per questa cpu), ma Intel ha annunciato anche l’integrazione con i chipset 500 corrispettivi. Riguardo queste nuove schede madri stiamo preparando un video per il canale Youtube.

Non abbiamo una data ufficiale di rilascio di Rocket Lake-S (11° Gen.), ma Intel promette di rilasciarli entro il primo trimestre del 2021.

La generazione 11000 continua anche su mobile con Tiger Lake-H, per ora solo quelli fino a 35W di TDP denominati H35. Dovremo aspettare per i più potenti chip da 45W che rappresentano il top della gamma gaming per i portatili.

Il modello più prestante sarà l’i7-11375H,  4/8 con turbo boost fino a 5 GHz, attualmente uno dei più alti nell’universo dei portatili e un TDP tra i 28 e i 35 W. I nuovi chip Tiger Lake supporteranno tra le altre cose anche Intel Killer Wi-Fi 6 o 6E, con supporto integrato Thunderbolt 4, memorie DDR4 fino a 3.200 MHz e LPDDR4/x fino a 4.266 MHz, oltre a PCIe Gen 4.0. 

Per la grafica Intel ha integrato le nuove Iris XE-LP, con le prestazioni citate ad inizio capitolo. Per quelli delusi E mentre la mancanza di chip per laptop 11 Gen ancora più potenti può essere deludente per alcuni, Intel ha iniziato a parlare di  un processore 8-core che inizierà a spedire "più tardi in questo trimestre" con velocità fino a 5GHz, senza ulteriori dettagli. Un contrasto netto alle CPU mobile 5000 di AMD che vedremo dopo. Intel ha annunciato numerosi portatili supportati dalle sue nuove CPU, tra cui un ritrovato Honor che abbandona la casa rossa.

Sulle linee dei progetti di Apple per M1, Intel ha annunciato anche il rilascio nella seconda metà del 2021 per Alder Lake. La nuova architettura blu sfrutta come le controparti basate su ARM di Apple e Qualcomm una combinazione di core ad alte performance e core ad alta efficienza. Il connubio fornisce migliore efficienze e prestazioni applicabili anche su portatili super sottili.

AMD - ZEN 3 SU MOBILE, EPYC

Dopo un’infinita mezz’ora di presentazione riguardo i traguardi di AMD negli ultimi anni e un’analisi del mercato gaming, quanto la presentazione di nuovi partner tra cui Mercedes, Lisa Su ha presentato 3 nuove linee di prodotti.

La CEO di AMD ha introdotto una linea di cpu mobile che si baserà su Zen 3. La nuova serie Ryzen 5000 vanta un Turbo Boost da 4,8GHz, contro i 4,2GHz di Zen 2. Zen 3 mobile (Cezanne) porta con sè tutti i miglioramenti IPC già visti su Ryzen 5000 lato desktop. AMD ha annunciato per il 2021 150 nuovi portatili con i nuovi chip, compresi i modelli che arriveranno a febbraio da Asus, HP e Lenovo. Spicca il Ryzen 7 5900HS col maggior 5980HS.

Lisa Su ha anche mostrato la prima prova di Epyc Milan. Il chip per server e data center ha dimostrato una prestazione migliore del 68% rispetto ad una controparte Intel dual socket nell’elaborare una previsione meteorologica sul Weather Research and Forecasting Model. Anche qui, niente prezzo o data d’uscita.

NVIDIA - SCUSE SENTITE, 3060, NUOVI PORTATILI

I verdi iniziano in contropiede. Ci chiedono scusa. Jeff Fisher si è scusato con un plateale  "Ampere è stata la nostra architettura più venduta in assoluto, vendendo quasi il doppio della nostra generazione precedente", ha detto. " Voglio ringraziarvi per la vostra pazienza mentre continuiamo a lavorare sodo per recuperare il ritardo". Niente da dire, ammirevole considerato il peso del CES sul valore azionario.

Nessun danno a quanto pare.

Parlando di cose sempre in verde, torna la sempreverde RTX 3000 Ampere con una nuova 3060 da 12 GB. Sì, 12 GB di VRAM con bus da 192-bit. MSRP a partire da 329$ o 339€ e disponibilità da fine febbraio 2021. Nvidia la consiglia per chi arriva da Pascal con una scheda come la 1060, ormai considerata obsoleta per supportare i giochi più recenti. Effettivamente l’esperienza con Cyberpunk 2077 nei nostri test non è stata il massimo.

Per il resto è stato confermato un ulteriore sviluppo nel supporto a nuovi titoli per DLSS e RTRT, spostandosi verso titoli meno colossali o di natura eSports come Warzone. Ottima mossa questa, già su Cold War si può apprezzare notevolmente l’esperienza migliorata utilizzando il DLSS online. A nostra opinione, è una piacevole aggiunta e andrebbe combattuta con il FidelityFX per assicurare una controparte valida per schede Nvidia GTX o Radeon RX.

Fonte della foto

Infine, supporto anche qui a circa 70 portatili con la versione mobile delle RTX Ampere, con le versioni Max Q di 3060, 3070 e 3080. In questo la RTX 3080 sfrutta delle memorie GDDR6 al posto delle nuove GDDR6X, che risultano maggiormente energivore rispetto alle già rodate controparti.

Nvidia afferma che questo sarà il più grande lancio di portatili di sempre, con oltre 70 modelli disponibili e tutti gli OEM esistenti in gioco. 

I portatili con RTX Ampere saranno disponibili dalla fine del mese di Gennaio 2021, coprendo la fascia superiore ai 1000€ in termini di posizionamento del prodotto. 




Categoria: Hardware

Sottocategorie: CPUScheda madreRAMScheda video