Questa non è la prima volta che ci troviamo a parlare di come aumentare la velocità di rete su Windows 10. Nel caso ce lo fossimo persi, ecco l'articolo che spiega come riprenderci quella fetta di banda che Microsoft si ruba quando utilizziamo il nostro computer

Come aumentare la banda che Microsoft ci ruba: Link

Quello che andremo a fare durante questo articolo è modificare il valore di un parametro del registro di sistema chiamato IRP Stack Size. Stiamo tranquilli se non abbiamo idea di cosa sia, è molto più difficile a dirsi che a farsi. 

Questa opzione, come detto prima, si trova nel registro di sistema, che chi ha seguito l'articolo citato sopra, dovrebbe già conoscere bene.  Ma adesso resta solo da chiedersi: vale la pena andare a modificare un'opzione del registro di sistema per aumentare la rete? La risposta potrebbe sorprenderci, continuiamo a leggere!

 

ARTICOLO INIZIALE

La discussione sulla modifica dell'opzione IRP Stack Size è nata dalla pubblicazione di un articolo sulla testata TechRepublic 

Articolo sorgente: Link

Dove veniva affermato che il valore standard dell'IRP Stack Size è sicuro ma lento e modificarlo può aumentare significativamente la velocità di rete di Windows 10. 

In un'era in cui la nostra felicità è proporzionale alla velocità della nostra connessione internet, queste non sono affermazioni da poco conto. 

 

COS'È QUESTO PARAMETRO?

IRPStackSize è un parametro che specifica il numero "stack location" all'interno dell'I/O request packets (IRPs) che sono utilizzate dal sistema operativo. Ogni stack utilizza 36 bytes di memoria per ogni buffer ricevuto. 

 

MODIFICHIAMO IRP STACK SIZE

Come prima cosa non ci resta che accendere il nostro computer sul quale abbiamo installato Windows 10 e vogliamo eseguire questa modifica

Per scrivere questo articolo stiamo utilizzando una versione custom di Windows 10 ottimizzata per le performance e per il gaming. Per poterla creare ed utilizzare ecco una guida a riguardo!

Windows 10 custom per gaming: Link

Ai fini di questo articolo va bene una qualsiasi versione di Windows 10. 

 

APRIAMO IL REGISTRO DI SISTEMA

Clicchiamo con il tasto destro sul simbolo di Windows in basso a destra e selezioniamo la voce Esegui (Run nel caso in cui il sistema operativo fosse in inglese)


Si aprirà una finestra all'interno della quale dobbiamo digitare regedit

Ed ecco che avremo aperto il registro di sistema


Adesso dobbiamo recarci, tramite lo schema di cartelle ad albero nella colonna di sinistra al seguente percorso (possiamo anche copia-incollare nella barra in alto del registro di sistema)

Computer\HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\LanmanServer\Parameters

Questo è quello che dovremo vedere

Sicuramente al 99% di noi manca il file IRPStackSize, proprio per questo lo andremo a creare assieme adesso. Per farlo clicchiamo un punto qualsiasi nella parte bianca della colonna destra con il tasto destro del mouse e selezioniamo Nuovo > Valore DWORD (32 bit)

Adesso dobbiamo assegnargli il nome IRPStackSize (attenzione alle maiuscole e che non ci siano spazi dopo l'ultima lettera, la formattazione è importante)


Clicchiamo con il tasto destro su questo file e selezioniamo la voce Modifica. Si aprirà una finestra come quella in foto qui sotto. Dobbiamo selezionare la spunta Decimale al posto di quella Esadecimale e inserire nella casella sotto Dati valore il numero 32

Una volta fatto, clicchiamo OK e riavviamo il computer. Una volta fatto, ecco che avremo finito, notiamo le differenze?

 

CONCLUSIONI: NE VALE LA PENA?

Dai nostri test e da quelli eseguiti da altri siamo arrivati alla conclusione che le differenze ci sono, ma non per tutti. Le percentuali di miglioramento esistono ma sono basse. Questo implica che chi possiede una connessione di rete a banda elevata (ad esempio la gigabit FTTH o, meglio ancora, una rete locale ad alta velocità) beneficerà di questa modifica al registro di sistema. Se invece abbiamo un rete a banda bassa, di certo un incremento del 3-4% non farà la differenza. Ovviamente siamo liberi di fare le nostre considerazioni e decidere se questo metodo di applica o meno al nostro tipo di lavoro



FONTI 

TechRepublic: Link
Webopedia: Link
Copertina: iStock/cybrain









Categoria: Software

Sottocategoria: Windows