Sporcizia, polvere e macchie di impronte digitali non causeranno danni a lungo termine al nostro monitor, ma potrebbero certamente distrarci mentre cerchiamo di finire la nostra partita o seguire la lezione. Tenere costantemente pulito lo schermo, quindi, è sempre preferibile.

Potremmo pensare che pulire il monitor sia facile, ma il processo è un po' più complicato che pulirlo semplicemente con l'angolo della t-shirt, o peggio ancora, con un tovagliolo di carta. 

COME NON DANNEGGIARE IL MONITOR

Prima di tutto, evitiamo le sostanze corrosive! Questo significa niente detergenti a base di alcool o ammoniaca: questi possono infatti danneggiare il nostro schermo sverniciando i rivestimenti antiriflesso o causare l'offuscamento della parte esterna del pannello.

Quindi, facciamo molta attenzione a cosa usiamo per pulire lo schermo. Gli asciugamani di carta potrebbero sembrare una buona opzione, ma a livello microscopico sono in realtà piuttosto abrasivi. Anche le magliette o altri stracci domestici, potrebbero contenere sabbia, metallo o qualcos'altro che potrebbe graffiare lo schermo con una sola passata. 

Infine, non dobbiamo mai spruzzare il detergente direttamente sul monitor. L'eccesso di liquido corre il rischio di accumularsi in un angolo dello schermo, penetrando attraverso piccoli punti deboli e creando corrosioni ai materiali sensibili all'interno. 

COME PULIRE IL MONITOR DEL PC

Passiamo ora all'attività di pulizia del monitor: per semplici spolverate, un getto d'aria compressa (la stessa che usiamo per togliere la polvere dalle ventole del vostro case e dagli altri componenti) dovrebbe bastare, possibilmente seguito da una rapida pulizia a secco.

Per quanto riguarda ciò con cui si pulisce, un panno in microfibra fa al caso nostro. La microfibra è estremamente morbida ed è nota per attirare la polvere e assorbire gli oli. Ma la cosa più importante è che non danneggia lo schermo. Naturalmente, assicuriamoci che il panno sia pulito prima di usarlo. Un singolo granello di sporco o polvere potrebbe fare più danni di quanto pensiamo. A seconda della pulizia dell'ambiente in cui ci si trova, è possibile utilizzare lo stesso panno per settimane, oppure potrebbe essere necessario sostituirlo dopo pochi utilizzi.

Per aumentare l’efficacia della nostra pulizia, bagniamo leggermente il vostro panno con acqua distillata. Se l'acqua da sola non basta, mescoliamo una soluzione detergente con il 50% di acqua distillata e il 50% di aceto bianco per uso domestico.
Importante: applicare il liquido al panno, non allo schermo.

Passando all’atto pratico, cerchiamo di evitare movimenti circolari o di lucidare un singolo punto particolare. Applichiamo una leggera pressione con movimenti ampi da un lato all'altro o dall'alto verso il basso. Potrebbe sembrare banale, ma è meglio essere coscienti di cosa si stia facendo, soprattutto quando abbiamo a che fare con svariate centinaia di euro di elettronica.

Fonti: 

PCgamer.com

Categoria: Periferiche

Sottocategoria: Monitor