Una domanda che ci capita non poche volte di vedere nel nostro gruppo Telegram è quella relativa ai migliori setup audio acquistabili con un determinato budget per giocare. Domanda importante, in quanto i suoni in un gioco permettono di immergerci all’interno di esso. E, per questo motivo - benché spesso l’audio dei giochi più conosciuti non sia di buona qualità - , è essenziale che i nostri dispositivi audio (cuffie, altoparlanti ed eventuali DAC e amplificatori) abbiano una qualità quanto più alta possibile così da poter avere una buona idea dello spazio attorno al nostro personaggio e poter localizzare bene eventuali nemici o entità vicine a noi. 

Per questo motivo, per una cuffia o per un paio di altoparlanti “da gaming” non è molto importante la quantità dei bassi, caratteristica che la maggior parte dei marchi mainstream propone erroneamente; ma piuttosto la qualità del soundstage (ovvero, l’ampiezza del palcoscenico dove idealmente sono situati tutti i suoni) e dell’imaging (ovvero, la separazione tra i suoni del palcoscenico). Ciò è anche più importante del surround 7.1 virtuale, che non può sopperire alle carenze lato imaging e soundstage di una cuffia di bassa qualità, e di cui quindi si può benissimo fare a meno.

Per cui, con questa guida all’acquisto diamo una risposta a questo quesito di grande importanza. Ma prima, ricordiamo che alcune delle cose qui citate sono state già dette o spiegate meglio nella guida alle cuffie sotto i 100 euro

 

Articolo: MIGLIORI CUFFIE DA GAMING O ASCOLTO SOTTO I 100 EURO

 

Il meno possibile

Cuffie: SPC Gear Viro/Viro Plus/Sharkoon B1
Microfono: integrato nelle cuffie
DAC+AMP: -
Altoparlanti: Edifier R980T/R1000T4 /Microlab B73 o Empire WB-64
Prezzo consigliato totale: 120 euro

Quella proposta è la configurazione audio più economica possibile senza scendere a compromessi non ottimali con la qualità inserendo prodotti sconsigliabili a causa della presenza di uno o più difetti gravi.

Le cuffie consigliate sono le classiche SPC Gear Viro, un best-buy degli headset sotto i 100 euro grazie alla qualità audio, buona sia per ascoltare musica che per giocare, grazie al buon imaging e al soundstage profondo in tutte e tre le dimensioni. Qualora non fossero disponibili, anche le Viro Plus, contraddistinte da una - poco utile, ma probabilmente migliore della media - schedina audio USB. Anche le Sharkoon B1, benché surclassate da questi due nuovi modelli, sono tutt’ora una scelta interessante per questa fascia di prezzo.

Come ulteriore alternativa qualora si voglia spendere ancora meno, è possibile risparmiare adottando un buon paio di IEM (in ear monitors, auricolari in ear) come le Blon BL-03. Non possono garantire la stessa credibilità del soundstage di un paio di cuffie, ma ci si avvicinano

Per quanto riguarda gli altoparlanti, come detto prima, nell’ottica di un giusto compromesso tra qualità e prezzo, quelli citati sono il minimo per avere un paio di casse che sia discreto per suono e costruzione (in senso oggettivo) ma poco costoso.



Fascia media

Cuffie: AKG K52/Superlux HD681/B/F/681EVO/Takstar Pro 82/Philips SHP9500
Microfono: Fifine K669B
DAC+AMP: -
Altoparlanti: Edifier R980T/R1000T4 /Microlab B73 o Empire WB-64 
Prezzo consigliato totale: da 140 a 160 euro

Questo setup è identico lato altoparlanti a quello visto poco fa, con l’aggiunta - al costo di spendere in tutto 20 euro in più - di un microfono sensibilmente migliore  (il Fifine K669B, buon prodotto economico) rispetto a quello integrato nelle SPC Gear Viro, che ci consentirà di dilettarsi anche nello streaming sulle più note piattaforme dedicate con una buona qualità di registrazione.

Inoltre, l’offerta di cuffie è più ampia e include anche alcune proposte aperte, e spazia dalle chiuse e V-shaped AKG K52 e Takstar Pro 82 alle aperte e neutrali HD681 e HD681 EVO (più o meno).

 

Fascia medio-alta

Cuffie: AKG K52/Superlux HD681/B/F/681EVO/Takstar Pro 82/Philips SHP9500
Microfono: Fifine K669B
DAC+AMP: -
Altoparlanti: Edifier R1280T/Ts/DB/DBs
Prezzo consigliato totale: da 170 a 190 euro

Anche questo setup è molto simile a quello visto poco fa, ma ci permette di fare un buon passo in avanti lato qualità degli altoparlanti, nettamente migliori sia come suono - anche se le R1280T/DB non sono per nulla esenti da difetti - che come costruzione.

È da segnalare, inoltre, che i modelli “DB” sono provvisti di un DAC (convertitore digitale-analogico) con uscita ottica TOSLINK nonchè di un telecomando per il controllo da remoto e la connettività Bluetooth. I modelli “Ts” e “DBs” sono contraddistinti, invece, da un’entrata jack 3.5” per un’eventuale subwoofer, che però non è necessario oltre che poco conveniente dal punto di vista economico.



Fascia alta

Cuffie: Beyerdynamic DT990 Pro/DT770 Pro/AKG K701/702/K612 Pro o Sennheiser HD560
Microfono: Fifine K669B
DAC+AMP: FX Audio X6
Altoparlanti: Edifier R1280T/Ts/DB/DBs
Prezzo consigliato totale: da 260 a 280 euro

Con questo setup possiamo fare un buon salto in avanti lato qualità audio, grazie alle cuffie: le DT990 Pro (e 770 Pro, la loro variante chiusa) e le varie AKG K701/702 e 612 Pro. Entrambe, grazie al buon soundstage - anche se le due Beyerdynamic hanno come caratteristica una scena un po’ schiacciata verso l’alto - e al buon imaging sono delle ottime cuffie da gaming. 

La principale differenza tra di queste è lato signature: le DT990 Pro sono neutrali con un po’ di boost sui bassi (e alti un po’ brillanti); le AKG K701/702 e K612 Pro hanno invece signature dead neutral, con bassi non enfatizzati e signature maggiormente tendente al brillante.

Anche le Sennheiser HD560s sono neutrali, ma gli alti risultano essere brillanti ma non troppo, fatto che rende il tuning di queste cuffie molto ben eseguito e godibile.

Inoltre, a causa dell’alta efficienza, come le DT770 Pro 32ohm non necessitano di un buon amplificatore, a meno che non progettiamo in futuro di cambiare cuffie con modelli più esosi o vogliamo migliorare ulteriormente la qualità del nostro setup.  

A tal proposito, specialmente con le altre cuffie consigliate, ha senso fare un upgrade lato DAC e amplificatore con un modello migliore, come i FiiO K5 Pro o, potendo spendere di più, i Topping E30 come DAC e L30 come amplificatore



A molti potrà sembrare strano trovare setup audio che costino anche 300 o 400 euro solo per giocare. Ma in realtà ne vale la pena: come abbiamo detto prima, l’audio è ciò che ci permette di immergerci nello scenario di gioco e di estrapolare il massimo livello possibile di dettagli dell’ambiente. Per questo motivo, è particolarmente importante dare risalto alla qualità dei nostri dispositivi.

 

Fonti:
https://www.headphones.com/blogs/news/dt-990-pro-250-ohm-review 
https://hardwarecanucks.com/headphones/philips-shp9500-review/
https://www.rtings.com/headphones/reviews/superlux/hd-681
https://audio-monkeys.com/gaming-it/spc-gear-viro-it/

 

Categoria: Periferiche

Sottocategorie: CuffieMicrofoniSchede audio