Così come la precedente guida alle schede madri AM4 sotto i 100 euro (in cui abbiamo parlato brevemente del funzionamento dei VRM in modo più specifico), anche questa è molto richiesta dal pubblico hardware in generale.

 

Articolo: Migliori schede madri AM4 sotto i 100 euro

Articolo: Migliori schede madri LGA 1200 Intel sotto i 200 euro

 

Grazie al budget più alto avremo una varietà di proposte decisamente più ampia e di maggiore qualità.

In particolare, a partire dall’uscita delle schede madri con chipset X570 e B550, i vari marchi hanno quasi sempre migliorato i loro VRM e reso schede madri con 12 o 16 fasi di alimentazione piuttosto comuni (fasi sdoppiate, ovviamente, visto che quasi nessun controller PWM può gestirne più di 8).

 

Infatti questo miglioramento dei VRM, unito all’elevata efficienza di Zen 2 e Zen 3, ha avuto ripercussioni positive anche sulle B550. I prezzi di lancio sono aumentati rispetto alle B450, ma è migliorata nettamente anche la qualità della circuiteria (senza dimenticare il supporto al PCIe 4.0). 

Alla fine, il risultato è tale che qualche B550 di fascia media o medio-bassa, come ad esempio le MSi B550-A Pro/MPG Gaming Plus o ancora meglio MAG Tomahawk, riesca a gestire CPU top di gamma come Ryzen 9 3950X o 5950X.

 

Tuttavia, non è l’ammontare delle fasi che rende buona una scheda madre. Anzi, ciò che fa veramente la differenza è la qualità di esse.

Per questo motivo è importante dare grande attenzione a questo fattore, che infatti abbiamo inserito tra i dati vitali invece di dare spazio a  features quali quantità di porte sull’I/O, le misure delle schede o altre specifiche di fabbrica.

Nota: Queste caratteristiche sono sempre disponibili sul sito ufficiale del produttore della scheda madre

Per quanto riguarda la temperatura dei VRM, talvolta viene omessa in quanto queste informazioni non sono sempre disponibili o non sono compatibili perché provenienti da test con metodologie differenti. 

Infine, prima di passare alla guida, dobbiamo premettere una cosa: non useremo mezzi termini. Non loderemo i prodotti oltre quello che offrono, ma vi daremo un’onesta e brutale spiegazione delle schede.

 

MSi X470 Gaming Plus MAX

Link: https://amzn.to/2YXxipG

CARATTERISTICHE:

Formato: ATX

Chipset: X470

Configurazione VRM: controller RT8894 4x2 + 2 fasi, MOSFET onSemi 4C029N/4C024N

Temperatura FET: 104-107°C con Ryzen 7 2700X@1.4Vcore e LLC a 2 sotto Prime95 Small FFT

CPU consigliate: Ryzen 9 3900X@stock o equivalente

Aggiornamento BIOS senza CPU: No

ARGB: No

Prezzo consigliato: <120 euro

È presente anche nella guida sotto i 100 euro, ma anche poco sopra i 100 euro risulta essere una buonissima scelta.

I VRM sono gli stessi delle celebri B450 Tomahawk MAX, ma con 4 fasi in parallelo in più, per un totale di 4 x 2, al fine di migliorare efficienza e dissipazione dei MOSFET oltre ad un aumento di corrente erogata da essi.

 

MSi B550-A Pro/B550 MPG Gaming Plus

Link: https://amzn.to/3bKJUog / https://amzn.to/2KAJTud

CARATTERISTICHE:

Formato: ATX

Chipset: B550

Configurazione VRM: controller IR35201 5x2 fasi tramite doubler IR3598, MOSFET onSemi 4C029N/4C024N

Temperatura FET: 76°C (relativa alla parte del retro del PCB corrispondente al MOSFET) con 3950X@1.375Vcore sotto Blender per un'ora

CPU consigliate: Ryzen 9 5950X@stock o equivalente

Aggiornamento BIOS senza CPU: No (A-Pro), Sì (Gaming Plus)

ARGB: No per la B550-A Pro, Si per la B550 MPG Gaming Plus

Prezzo consigliato: ~130 euro

Sono le più economiche B550 di questa guida, ma sono già ottime schede madri. Grazie alla dissipazione migliore, allo sdoppiamento delle fasi tramite doubler e - specialmente - al controller migliore, costituiscono un grosso salto in avanti rispetto alla pur buona X470 Gaming Plus MAX, benché i MOSFET usati siano gli stessi.

Per il prezzo a cui è venduta solitamente, talvolta parecchio vicino a quello delle inferiori X470 Gaming Plus MAX, hanno pochissime rivali.

 

ASUS TUF B450M Pro-S

Link: https://amzn.to/36766HQ

CARATTERISTICHE:

Formato: ATX

Chipset: B450

Configurazione VRM: controller ASP1106G 4x2 fasi, DrMOS Vishay SIC639

Temperatura FET: - 

CPU consigliate: Ryzen 9 3950X@stock o equivalente

Aggiornamento BIOS senza CPU: No

ARGB: Si

Prezzo consigliato: ~130 euro

Come abbiamo detto a inizio guida, è la qualità dei VRM che rende valida una scheda madre. Non c’è da sorprendersi, quindi, di trovare una B450 in mezzo a tante B550, perchè questa scheda madre è una discreta alternativa (qualora non fossero disponibili) alle B550-A Pro citate poco fa. 

Rispetto a loro, ha un controller PWM inferiore e due fasi in meno sul Vcore ottenute sdoppiandole in parallelo, ma compensa in parte con FET con 10A in più. Per quanto riguarda la dissipazione di essi non abbiamo dati, ma gli heatsink in alluminio sono sufficientemente estesi. Inoltre i dissipatori della TUF B450-Pro, che sono piuttosto simili, sembrano non diventare eccessivamente caldi con un 3950X sotto sforzo su Blender.

Comunque, in definitiva senz’altro è un buon ripiego . Non è preferibile alla B550 A-Pro, ma tutto sommato va bene per quello che costa e che può offrire.

 

Gigabyte B550 Aorus Elite/Elite v2/Elite AX/Elite AX v2

Link: https://amzn.to/39NCY9w / https://amzn.to/2MfG0er / https://amzn.to/3izZuXshttps://amzn.to/2Y0ms0j 

CARATTERISTICHE:

Formato: ATX

Chipset: B550

Configurazione VRM: controller Renesas RAA 229004 6x2 fasi (con doubler IR3598 per le non v2), DrMOS Vishay SiC651C

Temperatura FET: 78°C (relativa alla parte del retro del PCB corrispondente al DrMOS) con 3950X @1.375Vcore per un'ora sotto Blender

CPU consigliate: Ryzen 9 5950X@stock o equivalente

Aggiornamento BIOS senza CPU: Si (Q-Flash Plus)

ARGB: Si

Prezzo consigliato: <160 euro

È una buona alternativa più economica alla B550 Tomahawk.

Se confrontata alla MSI, lato VRM - soprattutto la Elite non v2, che ha le fasi sdoppiate tramite doubler -  in generale come qualità della componentistica non è troppo distante da essa. Piuttosto, perde soprattutto lato dissipazione dei FET, che comunque è più che buona per il prezzo a cui è venduta, spesso inferiore di 20 o 30 euro alla sopra citata MAG B550 Tomahawk.

 

MSi MAG B550 Tomahawk

Link: https://amzn.to/3piIzvf

CARATTERISTICHE:

Formato: ATX

Chipset: B550

Configurazione VRM: controller Renesas RAA 229004 5x2 fasi, DrMOS Renesas ISL99360

Temperatura FET: 62°C (relativa alla parte del retro del PCB corrispondente al DrMOS) con 3950X @1.375Vcore per un'ora sotto Blender

CPU consigliate: Ryzen 9 5950X sotto overclock o equivalente

Aggiornamento BIOS senza CPU: Si (BIOS Flashback)

ARGB: Si

Prezzo consigliato: ~170 euro

Come detto a inizio guida, è tra gli esempi migliori di scheda madre B550 di qualità, grazie alla dissipazione di buonissimo livello per la categoria e agli ottimi VRM, capaci già di sostenere adeguatamente un 5950X o 3950X senza troppi patemi.

In più, lato componentistica è da segnalare l’utilizzo dei Renesas ISL99360 come FET, particolarmente buoni in rapporto al costo della scheda madre.

Tutto ciò è accompagnato dall’header ARGB, funzionalità che sicuramente farà felici molti acquirenti.

Considerando tutto, a meno che non ci sia la MPG Gaming Edge WiFi allo stesso prezzo, è senz’altro la migliore per il suo prezzo, ed è caldamente consigliata.

 

MSi MPG B550 Gaming Edge WiFi


Link: https://amzn.to/3bWvmEt

CARATTERISTICHE:

Formato: ATX

Chipset: B550

Configurazione VRM: controller Renesas RAA 229004 5x2 fasi, DrMOS Renesas ISL99360

Temperatura FET: 59°C (relativa alla parte del retro del PCB corrispondente al DrMOS) con 3950X @1.375Vcore per un'ora sotto Blender

CPU consigliate: Ryzen 9 5950X sotto oc o equivalente

Aggiornamento BIOS senza CPU: Si (BIOS Flashback)

ARGB: Si

Prezzo consigliato: ~170 euro

È molto simile (leggermente migliore, per la precisione) lato dissipazione e identica come configurazione VRM - con 5x2 fasi in parallelo e gli ottimi DrMOS Renesas ISL99360 (probabilmente una versione meno potente degli ISL99390, tra i migliori FET mai montati su una motherboard)  - alla Tomahawk, con la quale condivide i tanti pregi, con l’aggiunta di una scheda per la connettività WiFi.

Di conseguenza, se si trova allo stesso prezzo, è anche preferibile ad essa.

Anche qui, inoltre, ritroviamo la stessa estetica nera e la gradita - finchè non va a interferire con il rapporto qualità/prezzo - presenza dell’header ARGB 3-pin. 



MSi MPG B550 Gaming Carbon WiFi

Link: https://amzn.to/3bWvmEt

CARATTERISTICHE:

Formato: ATX

Chipset: B550

Configurazione VRM: controller IR35201 6x2 fasi con doubler IR3599, DrMOS Infineon TDA21472

Temperatura FET: -

CPU consigliate: Ryzen 9 5950X sotto oc o equivalente

Aggiornamento BIOS senza CPU: Si (BIOS Flashback)

ARGB: Si

Prezzo consigliato: ~200 euro

Così come le Gaming Edge WiFi e le Tomahawk di prima, praticamente non ha rivali della stessa (grande) qualità per il prezzo a cui è venduta.

Rasenta i 200 euro ma offre un buon controller PWM (l’IR35201), 6x2 fasi di alimentazione sul Vcore ottenute tramite sdoppiamento con doubler, e gli altrettanto buoni Infineon TDA21462 come FET, che al pari degli ISL99360/99390 sono una versione meno potente dei TDA21472. 

Ovviamente, come ci si aspetta da una scheda madre di questa fascia, la dissipazione di essi è adeguata al costo, grazie agli heatsink ben dimensionati. 

Tutto ciò fa di questa scheda madre un eccellente acquisto, un best buy per 200 euro, ma una MAG B550 Tomahawk o MPG Gaming Edge WiFi è già molto più che sufficiente anche per un Ryzen top di gamma quale il 3950X o il 5950X.



Dai consigli che vi riportiamo in questa guida sicuramente quello che salta all’occhio sono le buone proposte di MSi che, come per le B450, ha proposto schede madri estremamente valide quali le B550-A Pro o le B550 MAG Tomahawk/MPG Gaming Edge WiFi.

Oltretutto queste schede sono provviste dell’header ARGB 3pin e di un’estetica che probabilmente incontra i favori di molti, il che è positivo anche perchè annulla l’eventualità in cui si preferisca l’estetica alla qualità effettiva della motherboard.

Per quanto riguarda tutto il resto, come abbiamo scritto a inizio guida, è bene considerare che i Ryzen 3000 e 5000 sono piuttosto efficienti (soprattutto i secondi) e che il salto di qualità delle B550 rispetto alle precedenti B450 è ampio. Di conseguenza, non sempre è necessario investire grosse somme in una scheda madre: anche con 130 euro ci si può portare a casa un prodotto di qualità (vedere la B550-A Pro) che permetta di usare al massimo quasi tutte le CPU AM4 esistenti. 

 

Categoria: Hardware

Sottocategoria: Scheda madre