Schede video custom AMD - Le migliori da comprare | Novembre 2022

Dopo anni di attesa finalmente il mercato delle schede video sembra distaccarsi leggermente dalla crisi dei semiconduttori da cui è stato investito per lungo termpo. Ecco quindi la nuova mega-guida all'acquisto alle migliori schede Radeon dalla RX 6500 XT fino alla 6800 XT.

Ads

In questa guida però esploreremo anche le fasce più basse, non coperte direttamente dalla produttrice rossa con i suoi modelli “reference”, come per esempio la RX 6500XT.

Nota: le singole schede video sono raggruppate per custom (e non per modello) perchè - in linea di massima - le custom della stessa linea hanno più o meno le stesse prestazioni a livello di dissipazione.

In caso contrario, esporremo le differenze. Per lo stesso motivo abbiamo deciso di non inserire le top di gamma RX6900XT/6950XT, per le quali molti OEM hanno presentato dissipatori nettamente più elaborati o varianti custom specifiche solo per quella fascia. Se non dovessimo elencare una determinata GPU per una certa custom, vorrà dire che quella custom non è adeguata per quei consumi! O, in alternativa, che non ci siano recensioni o test approfonditi a sufficienza, problema con cui ci siamo dovuti confrontare in più di una occasione.

Le custom analizzate includeranno quindi

  • RX 6500 XT
  • RX 6600
  • RX 6600 XT
  • RX 6650 XT
  • RX 6700 XT
  • RX 6750 XT
  • RX 6800
  • RX 6800 XT

XFX RX 6500XT QICK 210 #

Fonte: techspot.com

Prezzi consigliati #
  • 200 euro circa

Link per comprare XFX RX 6500XT QICK 210

È una custom economica di una GPU entry level con diversi compromessi - che abbiamo visto prima - per mantenere il prezzo basso. Ha però il vantaggio di costare poco in rapporto alla concorrenza, e di non essere messa troppo male a livello di dissipazione o di VRM, anzi: ha dei buoni FET - quattro OnSemi NCP302045, una per fase di alimentazione della GPU - e un sistema di dissipazione che copre anche FET e VRAM. Cosa non del tutto scontata su una scheda di questa levatura, economica e con una GPU alla fine dei conti non particolarmente esosa in termini di dissipazione.

In questo caso la consigliamo, come si può notare dal titolo, solo per la RX 6500 XT, ovvero una scheda video con poche pretese in termini di consumi e di conseguente dissipazione.

Sapphire Pulse #

Fonte: pcper.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6600: 350 euro circa
  • RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • RX 6800: 750 euro circa
  • RX 6800XT: 900 euro circa

Da tanto tempo sono un grande classico delle schede custom AMD in più fasce, grazie a dissipatori sempre ben congeniati e a prezzi contenuti. Queste stesse qualità le ritroviamo anche nelle nuove varianti dell’attuale generazione di GPU AMD Radeon, sia sulle poco esose ed efficienti RX 6500XT e 6600 che sulle schede su base RX 6700XT e 6750XT. Anche se, va detto, è difficile trovare delle RX 6500XT e 6600/6600XT custom che facciano davvero male a livello di temperature. Comunque, grazie all’insieme di queste valide caratteristiche, assieme alle XFX QICK308 e MERC308 questa variante custom è il miglior compromesso per entrare nel mondo del PC gaming (o per fare un upgrade al nostro PC) senza spendere un capitale.

Nota: Le varianti delle RX 6800 e 6800XT hanno un dissipatore visibilmente differente, dotato di tre ventole e spesso 2.7 slot, del quale però non abbiamo nessuno smontaggio nè tantomeno test approfonditi che possano verificarne l’effettiva qualità.

XFX Speedster #

Fonte: pcgamer.com

Con riferimento ai modelli QICK308/MERC308/MERC319/QICK319

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • RX 6800: 750 euro circa
  • RX 6800XT: 900 euro circa

Principali alternative alle Sapphire Pulse, grazie al possente dissipatore triventola da 2.5 slot con dissipazione per memorie e VRM e ad un profilo ventola non molto aggressivo riescono - secondo i test di Techpowerup - a garantire una bassa rumorosità pur mantenendo temperature di GPU e hotspot GPU ben sotto i limiti. Mantenendo, al contempo stesso, temperature di VRM e memorie nettamente al di sotto della Pulse. E non solo: secondo i test di igor’s Lab, la RX 6800XT MERC319/QICK319 riesce a battere di qualche grado anche la Nitro+ con livello di rumorosità simile. Quello che la rende un autentico best buy economico, però, sono i prezzi, in più di un caso non poco inferiori alla sua diretta concorrente.

ASUS Dual #

Fonte: hungrygeeks.com.ph

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6600: 350 euro circa
  • RX 6600XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT: 600 euro circa

Anche se questa custom non era tra le migliori ai tempi delle RX 5000, la Dual di ASUS può essere un’altra valida alternativa alle Sapphire Pulse, che riesce - seppur di poco - a battere a livello di temperature e qualità generale del dissipatore. A proposito, è da notare come anche nel caso della RX 6600XT i VRM delle memorie siano dissipati da un’apposita piastra con pad termici, elemento che nella Sapphire Pulse è assente. Potendo scegliere, le XFX di poco sopra sono migliori, soprattutto al prezzo attuale. Però, in caso i prezzi di queste Dual dovessero mai allinearsi a quelli delle Pulse, queste ASUS Dual sarebbero degne di considerazione.

Gigabyte Gaming OC #

Fonte: Tomshw.it

Con riferimento anche ai modelli Gaming OC PRO/Eagle

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6600: 350 euro circa
  • RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • RX 6800: 750 euro circa
  • RX 6800XT: 900 euro circa

Un’altra alternativa alle Sapphire Pulse, che non ha nulla in più - se non una dissipazione dei VRM leggermente più curata sulle RX 6600 - per farsi preferire, men che meno il prezzo, ancora alto. Tuttavia, in caso dovessimo trovarla da qualche parte o per qualche motivo su Amazon ad un prezzo inferiore a tutte le sue dirette concorrenti (XFX QICK308/MERC308 e Powercolor Hellhound in primis), può avere senso: le temperature, tutto sommato, sono discrete, generalmente poco sopra (di 4°C sia per GPU hotspot che edge, secondo il test delle 6600XT di Hardware Unboxed) alle Sapphire Pulse. Il che, tra l’altro, verifica come non necessariamente un dissipatore a tre ventole abbia prestazioni di dissipazione migliori rispetto ad uno con due o, peggio, una singola ventola.

Nota: Le Eagle differiscono dalle controparti Gaming OC/OC Pro per il backplate in plastica anzichè in metallo; per il resto, il dissipatore è identico; tranne che nel caso delle 6500XT, con la Eagle che ha temperature della GPU nettamente superiori, anche se comunque ancora buone (la recensione di KitGuru parla di 80°C sull’hotspot e 60 sull’edge)

Powercolor Hellhound #

162d01dd0e4967.jpeg

Prezzi consigliati #
  • Prezzo consigliato RX 6600: 350 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6800: 750 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6800XT: 900 euro circa

Con queste RX 6700XT e 6750XT facciamo un grosso salto in avanti a livello di qualità, non tanto a livello di PCB quanto a livello di dissipatore, con quest’ultimo che riprende quello della più costosa Red Devil con una heatpipe in meno. E i risultati, infatti, sono lusinghieri: i test eseguiti sulle varianti delle RX 6700XT e 6800XT mostrano temperature della superficie della GPU (GPU edge) e dell’hotspot nettamente inferiori alle più economiche Sapphire Pulse, a fronte di una rumorosità leggermente superiore.

Lo stesso discorso vale per le varianti con chip Navi 23 - ovvero le RX 6600/6600XT e 6650XT - di questa custom, che hanno un dissipatore meno ingombrante e con sole tre heatpipe, che riesce comunque a garantire temperature di ottimo livello: secondo Hardware Unboxed, a parità di rumorosità il GPU hotspot e il GPU edge della RX 6600XT fanno segnare valori di solo, rispettivamente, 1 e 2 gradi superiori alla sorella maggiore Red Devil.

Da segnalare, infine, la presenza di una variante con colorazione bianca, denominata “Spectral White”

ASUS TUF Gaming #

Fonte: thefpsreview.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6700XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Grazie a dissipatori triventola (tranne che sulla RX 6500XT, che sfrutta una soluzione più piccola ma comunque valida) dalle dimensioni ingenti e a PCB di buona qualità - eccetto quello della 6500XT, che comunque è adeguato alle basse richieste del chip - su tutta la gamma, questa linea di custom ha tutte le carte in regola per competere (e persino battere) le migliori custom sul mercato, tra cui le blasonate Nitro+ e Powercolor Red Devil.

Anche nei confronti della sorella ROG Strix, che montano dissipatori molto simili, si difendono particolarmente bene, con un heatsink dedicato per i VRM a partire dalla 6700XT in su. Niente male, considerando che le TUF della generazione precedente faticavano a tenere il passo di custom di fascia bassa come le Sapphire Pulse sia a livello di dissipazione che di prezzi praticati.

Sapphire Nitro+ #

Fonte: pcper.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

È tra le migliori RX 6000 custom sul mercato assieme alle Powercolor Red Devil (o anche Hellhound, volendo) e alle MSI Gaming X Trio - assenti per una questione di prezzi troppo elevati per essere giustificati - grazie agli ottimi risultati che i dissipatori di questa linea hanno mostrato di riuscire a ottenere; allo stesso tempo, però, ha tra i suoi pregi anche il rapporto qualità-prezzo, che non è così sfavorevole grazie ai prezzi tutto sommato contenuti in rapporto alle temperature rilevate. Se, per qualsiasi motivo, vogliamo una custom di fascia alta questa proposta può essere, quindi, la migliore opzione disponibile. Detto questo, considerando che i prezzi non sono ancora a livello delle vecchie RX 5000, teniamo anche a mente che esistono custom decisamente più economiche in grado di mantenere i bollenti spiriti della GPU, delle memorie e della circuiteria a corredo a temperature comunque ben sotto i livelli di sicurezza.

Powercolor Red Devil #

Fonte: guru3d.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Anche questo modello si annovera tra le migliori RX 6000 sul mercato, e in quanto tale mette in campo un dissipatore con prestazioni da top di gamma, facendo una media tra le varie GPU su cui questa scheda si basa tutto sommato simili o leggermente inferiori alla Nitro+.

Il problema principale, come nel caso della Nitro+, è il prezzo. Sopratto quando ci sono schede come le XFX QICK308/319 e MERC308/319 che offrono valori di temperatura più che lusinghieri su FET e memorie - che sono quelli che, alla fine dei conti, differenziano maggiormente anche queste schede AMD - con un costo inferiore. Se questo non è un problema, o se il dislivello di prezzo non fosse troppo ampio, allora anche in questa generazione le Powercolor Red Devil sono una buona scelta.

ASUS ROG Strix OC e ROG STRIX LC #

Fonte: TweakTown.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Vale quanto detto per le TUF Gaming, con cui questa custom condivide il dissipatore (tranne che nel caso della RX6600XT Strix): le temperature di GPU (edge e hotspot), VRM e memorie sono ottime, da top di gamma, con tutti i chip, così come le soluzioni adottate sul dissipatore (vedere la dissipazione dei FET) e la qualità dei PCB. Va esclusa da questa considerazione la RX 6600XT, che risulta essere incredibilmente sottotono a livello di temperature, con quelle dell’hotspot GPU - secondo il test di Hardware Unboxed - che a parità di rumorosità si piazzano a metà strada tra le Pulse e le XFX MERC308 e le Powercolor Red Devil. A questo si aggiunge un prezzo più alto della concorrenza, anche rispetto alle TUF Gaming.

ROG STRIX esiste anche in variante LC (Liquid Cooling), con GPU e memorie GDDR6 raffreddate da un dissipatore AIO (all in one) a liquido, che garantisce temperature ancora più basse delle Red Devil e delle Nitro+, due tra le migliori custom sul mercato. Come molte altre schede con un dissipatore simile, la pompa è fabbricata da Asetek. A completare il quadro c’è un heatsink con ventola blower dedicato ai VRM che, al pari del dissipatore, sembra lavorare molto bene, con temperature di 9°C superiori alla Powercolor Red Devil secondo il test di Hardware Unboxed eseguito sulla variante RX 6800 XT.

Nota: La RX 6650XT ROG Strix pare avere un dissipatore un po’ più lungo (281 vs 243mm) e spesso (2.6 vs 2.8 slot) della 6600XT, del quale però non abbiamo nessuna foto nè tantomeno test o recensioni approfondite.

MSI Gaming X #

Fonte: eTeknix.com

Con riferimento anche ai modelli Gaming X Trio/Gaming Z Trio

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Sono due custom complementari nella line-up di MSi per le RX 6000, in quanto il produttore taiwanese ha deciso di non presentare alcuna Gaming X Trio/Gaming Z Trio al di sotto della RX 6750XT e nessuna Gaming X al di sopra della RX 6700XT. I dissipatori di queste due custom sono molto diversi, ma comunque entrambi capaci di porre queste proposte top di gamma nella fascia alta sia a livello di prezzo che di prestazioni di dissipazione; pur con la stranezza dei pad termici che lasciano scoperta una piccola parte delle GDDR6, anche se coprono l’hotspot. Tuttavia, i test eseguiti da Igor’s Lab sulla RX 6600XT Gaming X dicono che questa imperfezione non impedisce di raffreddare le memorie a buoni livelli (sotto 80°C nel chip).

Incredibilmente, addirittura inferiori a quelli fatti segnare dalla RX 6800XT Gaming X, che nel test effettuato sempre da Igor’s Lab fa segnare 86°C, valore ancora sotto i livelli di guardia ma che è inferiore anche alla più economica XFX MERC319/QICK319 (78°C) e alla Nitro+ (80°C), in entrambi i casi con livelli di rumorosità paragonabile. In compenso, le temperature della GPU e dei VRM sono allineati a quelle delle concorrenti sopra citate, che però al momento hanno un grosso vantaggio di prezzo.

Schede video custom AMD - Le migliori da comprare | Novembre 2022

Dopo anni di attesa finalmente il mercato delle schede video sembra distaccarsi leggermente dalla crisi dei semiconduttori da cui è stato investito per lungo termpo. Ecco quindi la nuova mega-guida all'acquisto alle migliori schede Radeon dalla RX 6500 XT fino alla 6800 XT.

/pubblicazioni/827_schede-video-custom-amd-le-migliori-da-comprare

Francesco Di Guardo

/pubblicazioni?author=5_Francesco Di Guardo-Thumbnail

In questa guida però esploreremo anche le fasce più basse, non coperte direttamente dalla produttrice rossa con i suoi modelli “reference”, come per esempio la RX 6500XT.

Nota: le singole schede video sono raggruppate per custom (e non per modello) perchè - in linea di massima - le custom della stessa linea hanno più o meno le stesse prestazioni a livello di dissipazione.

In caso contrario, esporremo le differenze. Per lo stesso motivo abbiamo deciso di non inserire le top di gamma RX6900XT/6950XT, per le quali molti OEM hanno presentato dissipatori nettamente più elaborati o varianti custom specifiche solo per quella fascia. Se non dovessimo elencare una determinata GPU per una certa custom, vorrà dire che quella custom non è adeguata per quei consumi! O, in alternativa, che non ci siano recensioni o test approfonditi a sufficienza, problema con cui ci siamo dovuti confrontare in più di una occasione.

Le custom analizzate includeranno quindi

  • RX 6500 XT
  • RX 6600
  • RX 6600 XT
  • RX 6650 XT
  • RX 6700 XT
  • RX 6750 XT
  • RX 6800
  • RX 6800 XT

XFX RX 6500XT QICK 210 #

Fonte: techspot.com

Prezzi consigliati #
  • 200 euro circa

Link per comprare XFX RX 6500XT QICK 210

È una custom economica di una GPU entry level con diversi compromessi - che abbiamo visto prima - per mantenere il prezzo basso. Ha però il vantaggio di costare poco in rapporto alla concorrenza, e di non essere messa troppo male a livello di dissipazione o di VRM, anzi: ha dei buoni FET - quattro OnSemi NCP302045, una per fase di alimentazione della GPU - e un sistema di dissipazione che copre anche FET e VRAM. Cosa non del tutto scontata su una scheda di questa levatura, economica e con una GPU alla fine dei conti non particolarmente esosa in termini di dissipazione.

In questo caso la consigliamo, come si può notare dal titolo, solo per la RX 6500 XT, ovvero una scheda video con poche pretese in termini di consumi e di conseguente dissipazione.

Sapphire Pulse #

Fonte: pcper.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6600: 350 euro circa
  • RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • RX 6800: 750 euro circa
  • RX 6800XT: 900 euro circa

Da tanto tempo sono un grande classico delle schede custom AMD in più fasce, grazie a dissipatori sempre ben congeniati e a prezzi contenuti. Queste stesse qualità le ritroviamo anche nelle nuove varianti dell’attuale generazione di GPU AMD Radeon, sia sulle poco esose ed efficienti RX 6500XT e 6600 che sulle schede su base RX 6700XT e 6750XT. Anche se, va detto, è difficile trovare delle RX 6500XT e 6600/6600XT custom che facciano davvero male a livello di temperature. Comunque, grazie all’insieme di queste valide caratteristiche, assieme alle XFX QICK308 e MERC308 questa variante custom è il miglior compromesso per entrare nel mondo del PC gaming (o per fare un upgrade al nostro PC) senza spendere un capitale.

Nota: Le varianti delle RX 6800 e 6800XT hanno un dissipatore visibilmente differente, dotato di tre ventole e spesso 2.7 slot, del quale però non abbiamo nessuno smontaggio nè tantomeno test approfonditi che possano verificarne l’effettiva qualità.

XFX Speedster #

Fonte: pcgamer.com

Con riferimento ai modelli QICK308/MERC308/MERC319/QICK319

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • RX 6800: 750 euro circa
  • RX 6800XT: 900 euro circa

Principali alternative alle Sapphire Pulse, grazie al possente dissipatore triventola da 2.5 slot con dissipazione per memorie e VRM e ad un profilo ventola non molto aggressivo riescono - secondo i test di Techpowerup - a garantire una bassa rumorosità pur mantenendo temperature di GPU e hotspot GPU ben sotto i limiti. Mantenendo, al contempo stesso, temperature di VRM e memorie nettamente al di sotto della Pulse. E non solo: secondo i test di igor’s Lab, la RX 6800XT MERC319/QICK319 riesce a battere di qualche grado anche la Nitro+ con livello di rumorosità simile. Quello che la rende un autentico best buy economico, però, sono i prezzi, in più di un caso non poco inferiori alla sua diretta concorrente.

ASUS Dual #

Fonte: hungrygeeks.com.ph

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6600: 350 euro circa
  • RX 6600XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT: 600 euro circa

Anche se questa custom non era tra le migliori ai tempi delle RX 5000, la Dual di ASUS può essere un’altra valida alternativa alle Sapphire Pulse, che riesce - seppur di poco - a battere a livello di temperature e qualità generale del dissipatore. A proposito, è da notare come anche nel caso della RX 6600XT i VRM delle memorie siano dissipati da un’apposita piastra con pad termici, elemento che nella Sapphire Pulse è assente. Potendo scegliere, le XFX di poco sopra sono migliori, soprattutto al prezzo attuale. Però, in caso i prezzi di queste Dual dovessero mai allinearsi a quelli delle Pulse, queste ASUS Dual sarebbero degne di considerazione.

Gigabyte Gaming OC #

Fonte: Tomshw.it

Con riferimento anche ai modelli Gaming OC PRO/Eagle

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6600: 350 euro circa
  • RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • RX 6800: 750 euro circa
  • RX 6800XT: 900 euro circa

Un’altra alternativa alle Sapphire Pulse, che non ha nulla in più - se non una dissipazione dei VRM leggermente più curata sulle RX 6600 - per farsi preferire, men che meno il prezzo, ancora alto. Tuttavia, in caso dovessimo trovarla da qualche parte o per qualche motivo su Amazon ad un prezzo inferiore a tutte le sue dirette concorrenti (XFX QICK308/MERC308 e Powercolor Hellhound in primis), può avere senso: le temperature, tutto sommato, sono discrete, generalmente poco sopra (di 4°C sia per GPU hotspot che edge, secondo il test delle 6600XT di Hardware Unboxed) alle Sapphire Pulse. Il che, tra l’altro, verifica come non necessariamente un dissipatore a tre ventole abbia prestazioni di dissipazione migliori rispetto ad uno con due o, peggio, una singola ventola.

Nota: Le Eagle differiscono dalle controparti Gaming OC/OC Pro per il backplate in plastica anzichè in metallo; per il resto, il dissipatore è identico; tranne che nel caso delle 6500XT, con la Eagle che ha temperature della GPU nettamente superiori, anche se comunque ancora buone (la recensione di KitGuru parla di 80°C sull’hotspot e 60 sull’edge)

Powercolor Hellhound #

162d01dd0e4967.jpeg

Prezzi consigliati #
  • Prezzo consigliato RX 6600: 350 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6600XT/6650XT: 400 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6700XT/6750XT: 600 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6800: 750 euro circa
  • Prezzo consigliato RX 6800XT: 900 euro circa

Con queste RX 6700XT e 6750XT facciamo un grosso salto in avanti a livello di qualità, non tanto a livello di PCB quanto a livello di dissipatore, con quest’ultimo che riprende quello della più costosa Red Devil con una heatpipe in meno. E i risultati, infatti, sono lusinghieri: i test eseguiti sulle varianti delle RX 6700XT e 6800XT mostrano temperature della superficie della GPU (GPU edge) e dell’hotspot nettamente inferiori alle più economiche Sapphire Pulse, a fronte di una rumorosità leggermente superiore.

Lo stesso discorso vale per le varianti con chip Navi 23 - ovvero le RX 6600/6600XT e 6650XT - di questa custom, che hanno un dissipatore meno ingombrante e con sole tre heatpipe, che riesce comunque a garantire temperature di ottimo livello: secondo Hardware Unboxed, a parità di rumorosità il GPU hotspot e il GPU edge della RX 6600XT fanno segnare valori di solo, rispettivamente, 1 e 2 gradi superiori alla sorella maggiore Red Devil.

Da segnalare, infine, la presenza di una variante con colorazione bianca, denominata “Spectral White”

ASUS TUF Gaming #

Fonte: thefpsreview.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6500XT: 200 euro circa
  • RX 6700XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Grazie a dissipatori triventola (tranne che sulla RX 6500XT, che sfrutta una soluzione più piccola ma comunque valida) dalle dimensioni ingenti e a PCB di buona qualità - eccetto quello della 6500XT, che comunque è adeguato alle basse richieste del chip - su tutta la gamma, questa linea di custom ha tutte le carte in regola per competere (e persino battere) le migliori custom sul mercato, tra cui le blasonate Nitro+ e Powercolor Red Devil.

Anche nei confronti della sorella ROG Strix, che montano dissipatori molto simili, si difendono particolarmente bene, con un heatsink dedicato per i VRM a partire dalla 6700XT in su. Niente male, considerando che le TUF della generazione precedente faticavano a tenere il passo di custom di fascia bassa come le Sapphire Pulse sia a livello di dissipazione che di prezzi praticati.

Sapphire Nitro+ #

Fonte: pcper.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

È tra le migliori RX 6000 custom sul mercato assieme alle Powercolor Red Devil (o anche Hellhound, volendo) e alle MSI Gaming X Trio - assenti per una questione di prezzi troppo elevati per essere giustificati - grazie agli ottimi risultati che i dissipatori di questa linea hanno mostrato di riuscire a ottenere; allo stesso tempo, però, ha tra i suoi pregi anche il rapporto qualità-prezzo, che non è così sfavorevole grazie ai prezzi tutto sommato contenuti in rapporto alle temperature rilevate. Se, per qualsiasi motivo, vogliamo una custom di fascia alta questa proposta può essere, quindi, la migliore opzione disponibile. Detto questo, considerando che i prezzi non sono ancora a livello delle vecchie RX 5000, teniamo anche a mente che esistono custom decisamente più economiche in grado di mantenere i bollenti spiriti della GPU, delle memorie e della circuiteria a corredo a temperature comunque ben sotto i livelli di sicurezza.

Powercolor Red Devil #

Fonte: guru3d.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Anche questo modello si annovera tra le migliori RX 6000 sul mercato, e in quanto tale mette in campo un dissipatore con prestazioni da top di gamma, facendo una media tra le varie GPU su cui questa scheda si basa tutto sommato simili o leggermente inferiori alla Nitro+.

Il problema principale, come nel caso della Nitro+, è il prezzo. Sopratto quando ci sono schede come le XFX QICK308/319 e MERC308/319 che offrono valori di temperatura più che lusinghieri su FET e memorie - che sono quelli che, alla fine dei conti, differenziano maggiormente anche queste schede AMD - con un costo inferiore. Se questo non è un problema, o se il dislivello di prezzo non fosse troppo ampio, allora anche in questa generazione le Powercolor Red Devil sono una buona scelta.

ASUS ROG Strix OC e ROG STRIX LC #

Fonte: TweakTown.com

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Vale quanto detto per le TUF Gaming, con cui questa custom condivide il dissipatore (tranne che nel caso della RX6600XT Strix): le temperature di GPU (edge e hotspot), VRM e memorie sono ottime, da top di gamma, con tutti i chip, così come le soluzioni adottate sul dissipatore (vedere la dissipazione dei FET) e la qualità dei PCB. Va esclusa da questa considerazione la RX 6600XT, che risulta essere incredibilmente sottotono a livello di temperature, con quelle dell’hotspot GPU - secondo il test di Hardware Unboxed - che a parità di rumorosità si piazzano a metà strada tra le Pulse e le XFX MERC308 e le Powercolor Red Devil. A questo si aggiunge un prezzo più alto della concorrenza, anche rispetto alle TUF Gaming.

ROG STRIX esiste anche in variante LC (Liquid Cooling), con GPU e memorie GDDR6 raffreddate da un dissipatore AIO (all in one) a liquido, che garantisce temperature ancora più basse delle Red Devil e delle Nitro+, due tra le migliori custom sul mercato. Come molte altre schede con un dissipatore simile, la pompa è fabbricata da Asetek. A completare il quadro c’è un heatsink con ventola blower dedicato ai VRM che, al pari del dissipatore, sembra lavorare molto bene, con temperature di 9°C superiori alla Powercolor Red Devil secondo il test di Hardware Unboxed eseguito sulla variante RX 6800 XT.

Nota: La RX 6650XT ROG Strix pare avere un dissipatore un po’ più lungo (281 vs 243mm) e spesso (2.6 vs 2.8 slot) della 6600XT, del quale però non abbiamo nessuna foto nè tantomeno test o recensioni approfondite.

MSI Gaming X #

Fonte: eTeknix.com

Con riferimento anche ai modelli Gaming X Trio/Gaming Z Trio

Prezzi consigliati #
  • RX 6600XT/6650XT: 450 euro circa
  • RX 6700XT/6750XT: 650 euro circa
  • RX 6800: 800 euro circa
  • RX 6800XT: 950 euro circa

Sono due custom complementari nella line-up di MSi per le RX 6000, in quanto il produttore taiwanese ha deciso di non presentare alcuna Gaming X Trio/Gaming Z Trio al di sotto della RX 6750XT e nessuna Gaming X al di sopra della RX 6700XT. I dissipatori di queste due custom sono molto diversi, ma comunque entrambi capaci di porre queste proposte top di gamma nella fascia alta sia a livello di prezzo che di prestazioni di dissipazione; pur con la stranezza dei pad termici che lasciano scoperta una piccola parte delle GDDR6, anche se coprono l’hotspot. Tuttavia, i test eseguiti da Igor’s Lab sulla RX 6600XT Gaming X dicono che questa imperfezione non impedisce di raffreddare le memorie a buoni livelli (sotto 80°C nel chip).

Incredibilmente, addirittura inferiori a quelli fatti segnare dalla RX 6800XT Gaming X, che nel test effettuato sempre da Igor’s Lab fa segnare 86°C, valore ancora sotto i livelli di guardia ma che è inferiore anche alla più economica XFX MERC319/QICK319 (78°C) e alla Nitro+ (80°C), in entrambi i casi con livelli di rumorosità paragonabile. In compenso, le temperature della GPU e dei VRM sono allineati a quelle delle concorrenti sopra citate, che però al momento hanno un grosso vantaggio di prezzo.